Chi siamo

Luca Cococcetta | produttore | regista

Classe 1982, nasce e studia a L’Aquila, dove consegue la maturità classica e si laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni. Durante gli studi frequenta corsi di chitarra classica e sviluppa la sua passione per la regia cinematografica. Sui banchi del liceo nascono i suoi primi cortometraggi e inizia a lavorare come regista per tv locali, curando trasmissioni di intrattenimento. Nel 2007 si dedica al cortometraggio-documentario sulle arti marziali Il Grande superamento e contestualmente realizza la commedia Non ci resta che ridere, con la quale vince le selezioni per il corso di regia al Centro Sperimentale di cinematografia – Scuola nazionale di cinema. Frequenta il corso propedeutico 2008 di regia del Centro Sperimentale di Cinematografia. Vince con “Il grande superamento” il premio come miglior regista giovane al “Festival del film naturalistico e ambientale 2009”.

Nel 2009 lavora a un documentario sulla ricostruzione dell’Aquila,  Radici – L’Aquila di cemento, dedicato agli aspetti urbanistici e antropologici dell’intervento emergenziale post terremoto. Radici è stato presentato a Venezia in occasione della 12a Mostra Internazionale di Architettura “People meet in Architecture” , proiettato a Parigi in occasione del convegno “Rehabilitation ou substitution? Le destin de l’habitat parisien” presso l’Istituto Nazionale di Storia dell’Arte nel luglio 2012 e presentato nell’aprile 2013 a Bologna nella Biblioteca dell’Archiginnasio durante il convegno “L’Italia dei terremoti – Centri Storici, paesaggio, new town” con l’intervento di Salvatore Settis. Scrive e dirige lo spettacolo teatrale L’Aquila 2099, un monologo di Giorgio Colangeli, portato in scena a L’Aquila e Roma. Gira il cortometraggio Mi fa male sulla situazione aquilana a un anno dal sisma con il quale vince due premi al Napoli Cultural Classic festival: miglior cortometraggio e migliore sceneggiatura. Collabora alle riprese del film “Draquila” di Sabina Guzzanti. Termina nel 2011 Memoriter in coproduzione con l’associazione culturale Animammersa, un lavoro sui 150 anni dell’unità d’Italia. Cura la fotografia e la post produzione della serie TV Pike on 2 per il canale Sky Caccia e Pesca in onda nel 2013. Cura la fotografia dei cortometraggio Il caffè non esiste e il montaggio di Vola piccolo guerriero.

Produce e firma la regia del cortometraggio Distanza, presentato nel 2014 all’International Film Festival of Cinematic Art di Los Angeles, al St Tropez International Film Festival 2014 e al Madrid international film festival, al London Film International Film Festival e al Berlin Film Award. Cura la fotografia del cortometraggio “Maneggiare con cura”. E’ autore del reportage Ri-torno all’Aquila lavoro sugli adolescenti ed il rapporto col territorio post sisma in collaborazione con l’Università dell’Aquila, pubblicato da Rai Scuola. Gira un reportage sull’accoglienza dei rifugiati in Italia “L’altra faccia dell’accoglienza”. Nel 2015 realizza il reportage Dalla testa ai piedi – Il cammino degli alpini per L’Aquila.

Contemporaneamente lavora per due anni alla documentazione tecnica aziendale nel restauro  di due luoghi simbolo della ricostruzione dell’Aquila: La chiesa delle Anime Sante e la basilica di Collemaggio. Scrive la serie tv “Mood – moto&food” e produce e gira la puntata pilota, attualmente in fase di distribuzione. Lavora alla serie web “Io bevo italiano”, attualmente in fase di riprese. Attualmente sono in produzione due documentari d’arte dedicati alla figura di Saturnino Gatti e all’opera della scultrice statunitense Beverly Pepper.

luca@visionifuture.it
mobile +39 328 2950340

 

Marco Zaccarelli (2)

Marco Zaccarelli | autore  | regista

Libero professionista, svolge attività di consulenza nell’ideazione, progettazione e management d’iniziative culturali; sviluppo di progetti collegati alla cultura d’impresa; realizzazione di strumenti di comunicazione visuale multimediale; studio e stesura di piani di sviluppo del territorio in chiave culturale secondo la metodologia offerta dal Cultural Planning.

Ha insegnato progettazione e comunicazione ed è consulente accreditato Success Insights®. È stato responsabile presso la Rai di Torino delle Relazioni Esterne e dell’Ufficio Stampa. Come storico dell’arte, ha lavorato con Soprintendenze nel campo della ricerca storico-artistica e con Assessorati alla Cultura per la preparazione di materiali didattici e illustrativi per musei e mostre.
Collabora con alcune case di produzione come autore, editor e responsabile di progetto.

Ha ideato, diretto e realizzato documentari e video per la Fondazione Banca d’Alba, la Società Ippica Torinese, il Palazzo delle Esposizioni di Roma (Il mito della velocità. Arte, motori e società nell’Italia del ‘900), l’Associazione Torino 1706-2006, la Ceretto Aziende Vitivinicole, la Fondazione Torino Musei, il Servizio Centrale Comunicazione Olimpiadi e Promozione della Città di Torino (Torino, la storia della città; Torino, una capitale nel cuore delle Alpi), la Soprintendenza Archeologica del Piemonte, la Soprintendenza ai Beni artistici e storici di Torino, la Fondazione Italiana per la Fotografia, l’Assessorato alla Cultura Città di Torino, l’Assessorato alla Cultura Provincia di Torino, la Rete Ferroviaria Italiana, la Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, la Comunità Ebraica di Torino. La video-intervista Giovanni Pesce, l’ultimo garibaldino. 28 mesi in Spagna ha vinto nel 2009 il Premio Concorso Memoria storica Valsusa FilmFest.

Ha coordinato, per la provincia di Torino e Rai Educational la serie di documentari Il Sistema Ecomuseale della Provincia di Torino, per RaiTre Luci d’artista a Torino, per Rai Teche la serie La scuola in diretta La parola agli studenti.
Per il teatro ha scritto e diretto Hurbinek era un nulla, Sala dei Notari, Perugia; Dialogo con la memoria. Omaggio a Primo Levi, Festival delle Colline Torinesi, Compagnia Torino Spettacoli; Pickman, elaborazione teatrale da H. P. Lovecraft, Compagnia Gabriele Calindri; La coda della cometa, elaborazione teatrale da Italo Cremona, Compagnia ACG; Nella radura, elaborazione teatrale da William Shakespeare, Compagnia ACG.

Oltre ad articoli divulgativi di storia dell’arte, ha pubblicato: La decorazione tardo-gotica della Chiesa di San Martino ad Arnad-le-Vieux, Quaderni Soprintendenza Beni Culturali Valle d’Aosta, L’Erma di Bretschneider, Roma; Opere del Novecento italiano nella collezione Rai, Electa, Milano; Pickman, Fondazione Italiana per la Fotografia, Torino; RadioVisioni 1952-1954. Disegni italiani dalla collezione Rai, in Luci del teleschermo, televisione e cultura in Italia, Electa, Milano; Venezia, in Silenzio si viaggia. 67 itinerari all’insegna della quiete, Airplane, Roma.

Ha ideato e curato le mostre Percorsi di visita, postazioni informatiche touch-screen, Armeria Reale di Torino; RadioVisioni 1952 – 1954. Disegni italiani nella collezione Rai; Il gusto di un’epoca. Fondazione Italiana per la Fotografia, VI Biennale Internazionale di Fotografia; La televisione sperimentale: 1947-1954, mostra fotografica; Opere del Novecento italiano nella collezione Rai e coordinato Caravaggio, una mostra impossibile.